Cosa abbiamo fatto | Aprile23

Aprile è stato un mese ricco di eventi e giorni di festa in cui abbiamo celebrato la Santa Pasqua, la fine del Ramadan, la Liberazione.

Alle porte della fine del Ramadan, martedì 18 aprile presso Casa Scalabrini 634, si è festeggiato l’Iftar, la rottura del digiuno e la preghiera, alla presenza dell’Imam Yahyâ Pallavicini, del vescovo di Roma Est, monsignor Riccardo Lamba e altri rappresentanti di diverse confessioni del territorio romano insieme agli amici della Casa. È stato un momento di preghiera, vicinanza e, soprattutto, un modo per riscoprire la responsabilità e la dignità di riconoscersi come fratelli e sorelle, in un’ottica di interreligiosità e condivisione.

 

Per noi, è stato anche il mese dell’arte. Riconoscere l’accoglienza e l’incontro in chiave culturale è da sempre una nostra sfida: da marzo ad oggi si sono tenuti i tre incontri dello Scalamusic Academy. Questo progetto ha previsto tre appuntamenti di formazione artistica in cui danza, canto e recitazione si mettono a servizio delle tematiche relative all’accoglienza, dell’incontro con l’altro e dell’intercultura, riscoprendo la diversità come ricchezza.

Continua l’avventura di Crossover: sabato 1 aprile, abbiamo deciso di fermarci a vedere, ascoltare ed affezzionarci. In questa città caotica e frenetica che è Milano, ci siamo fermati per incontrare Fausta e Rete Milano che ci hanno raccontato le storie delle persone migranti che transitano in questa città. Ritrovare spunti e scintille di umanità possibili anche in un posto così dinamico che a volte può sembrare privo di totale solidarietà è uno dei principali obiettivi di questi incontri. Anche a Chieri si è svolto un incontro di Crossover, due volontari dell’associazione Il Pulmino Verde Onlus ci hanno raccontato la loro esperienza sul confine tra Polonia e Bielorussia e mostrato il documentario “Metalli pesanti”.

A Torino, abbiamo incontrato Vanessa Guidi che ci ha raccontato la sua esperienza come medica di bordo e coordinatrice del team medico-sanitario di Mediterranean Rescue.

All’interno del progetto Afya, si è svolto l’incontro online “Salute della popolazione migrante: orientamento ai servizi, burocrazia sanitaria e sessione di confronto”. Afya (in swaihili salute) è un progetto che vuole offrire supporto sanitario alle persone migranti che vivono in Italia e fanno fatica ad accedere ai servizi offerti dal territorio e dalle strutture ospedaliere. Scopri di più

Attraversare le frontiere, andare ai confini sia fisici che esistenziali, stare tra le persone al loro fianco e tornare presso le proprie case con la voglia di essere cambiamento. Dopo i weekend ai Confini, l’ultimo dei quali si è svolto a Trieste, in supporto alle associazioni che lavorano con le persone in movimento che arrivano dalla rotta balcanica, arrivano le proposte di servizio, formazione e condivisione per giovani che vogliono conoscere ed essere attivi per e con i migranti. Anche questa estate, da luglio a settembre, si terranno i sette campi del progetto Attraverso23: vai anche tu su ascs.it/attraverso23 e vivi questa esperienza! Ti aspettiamo!

Ripartirà, dal 12 maggio, Il Mondo in Casa. Serate di incontro e festa nella Chiesa del Carmine a Milano, dove ogni anno diverse comunità migranti si raccontano con danze, eventi culturali, musica e sapori. Zambia, Grecia, Afghanistan e Messico sono i protagonisti di questa settima edizione del progetto. Avere modo di incontrare le realtà che costituiscono il territorio, rende possibile uno scambio e un dialogo che arricchisce e promuove la cultura dell’incontro.

Continua l’impegno ai confini: all’inizio di aprile, siamo stati a Bolzano, Brennero, Innsbruck per il monitoraggio della situazione al confine tra Austria e Italia, per un focus particolare sui controlli della polizia di frontiera (sia austriaca sia italiana) nelle stazioni ferroviarie e dinamiche dei movimenti migratori.

Prima di salutarvi, vogliamo ricordarvi che in vista della prossima dichiarazione dei redditi, potrete scegliere di sostenere ASCS destinando il vostro 5×1000. Codice Fiscale 03133600241. Le attività che vi abbiamo raccontato, sono portate avanti anche grazie a questo piccolo gesto che per noi può fare davvero la differenza.

Continuate a seguirci su ascs.it per restare aggiornati e per scoprire come sostenere le nostre attività. Grazie!

Se anche tu vuoi supportare i nostri progetti al fianco di migranti, rifugiati e comunità locali, sostienici con una donazione.

Il tuo aiuto farà la differenza!

LEGGI GLI ALTRI AGGIORNAMENTI

2023-09-29T15:53:15+01:00
Go to Top