Cosa abbiamo fatto | Aprile24

Cooperazione allo Sviluppo

Nel cuore pulsante di Calais (Maison Effata) e Ceuta (Centro San Antonio), la nostra opera di sostegno alle persone in movimento continua senza sosta. In particolare, in entrambi i contesti, da gennaio 2024 abbiamo attivato una parte di accoglienza notturna per le persone in condizione di maggiore vulnerabilità. Per sapere di più sulla situazione di questi luoghi di transito, sul numero di aprile di Altreconomia è un uscito un reportage sulla situazione a Calais, dei nostri Davide Pignata (testo) e Letizia Santhia (foto).

Tra chi è partito e chi dovrà ancora svolgere il suo periodo di volontariato all’estero, a Milano si è svolto l’ultimo weekend del corso di formazione per coloro che vogliono mettersi a servizio come volontari nelle Missioni Scalabriniane.

Accoglienza Integrale

Si è concluso a Casa Scalabrini 634 il ciclo di incontri con gli studenti e le studentesse dell’Università Notre Dame. In questi mesi più di 60 giovani sono venuti a conoscere il progetto di accoglienza, i ragazzi della Casa e l’attività esperienziale The Game, attraverso incontri settimanali e cene comunitarie, durante le quali si è potuto riflettere sulla mobilità umana, sul significato di essere migranti in Italia, ma anche nel resto del mondo, secondo le varie esperienze portate dagli studenti statunitensi in visita. Lo stesso è stato per i venti giovani di un gruppo parrocchiale svizzero, proveniente da Berna che è venuto a trovarci portando con sé curiosità e domande.

Quale valore hanno le relazioni familiari nell’accoglienza di minorenni migranti soli e neomaggiorenni? Nell’accoglienza integrale delle persone che affrontano percorsi per il raggiungimento dell’autonomia, ci si scontra spesso con questa domanda. Abbiamo partecipato al seminario del CNCA – Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza e discusso dell’importanza della rete familiare d’origine dei ragazzi che affrontano questo percorso di accoglienza nell’affrontare le sfide dell’età adulta in un contesto migratorio.

Animazione Interculturale

A Milano è tutto pronto per l’edizione 2024 del progetto Il Mondo in Casa. Dal 10 maggio al 21 giugno, con un calendario ricco di incontri e proposte culturali, si svolgerà l’8° edizione de Il Mondo in Casa: un viaggio attraverso musica, arte e sapori nel “mondo che abita a Milano”. Conosceremo da vicino quattro comunità: Argentina, Giappone, Bulgaria e Tunisia. Per vedere il calendario degli eventi e per prenotarsi clicca qui.

Nel mese di aprile si è conclusa l’edizione 2024 di ConFine. Dal 25 al 28 siamo stati a Ventimiglia e a Trieste. Con i due gruppi di volontari ci siamo messi in gioco immergendosi nel mondo del confine in continuo mutamento. Abbiamo incontrato molte storie di impegno, coraggio e resistenza in un contesto di contrasti, ingiustizie, i luoghi non luoghi. Abbiamo incontrato sguardi che ci hanno ridato la Vita, persone che ci hanno permesso di entrare in relazione profonda anche con noi stessi, donandoci nuovi punti di vista. Grazie a tutti i volontari e le volontarie che si sono messe in discussione aprendosi all’ascolto di una realtà che grida a gran voce.

Prossimo appuntamento: Attraverso24, proposte estive di servizio, formazione e condivisione in contesti migratori e interculturali. Per vedere tutte le date clicca qui.

Continuano i workshop di Scalamusic Academy. Il 6 aprile, presso la parrocchia scalabriniana del Santissimo Redentore di Roma, i giovani allievi e i loro insegnanti di canto, danza e recitazione hanno proseguito il loro percorso formativo in vista degli eventi artistici di fine anno previsti per l’8 e il 9 giugno. Sudore, entusiasmo e tante ore in sala prove per riuscire a condividere al meglio lo gioia dell’incontro.

E’ stata una domenica ricca di interventi, condivisioni e laboratori a Chieri con il progetto Svolta. Abbiamo parlato di clima e modelli climatici, abbiamo dialogato sul tema del nucleare e delle energie rinnovabili. Nel pomeriggio, grazie alla presenza di Priscilla Robledo abbiamo partecipato attivamente ad alcuni laboratori sul tema del Fast Fashion. E’ stata un’occasione di scambio e formazione per tutti i ragazzi e le ragazze coinvolte per poter riflettere su tematiche di attualità. Un ringraziamento speciale va a tutte le associazioni con le quali è stato possibile costruire eventi come questi.

Proseguono a Milano i laboratori del progetto Remix. Nel mese di aprile un gruppo di giovani si è cimentato con lo strumento dell’arteterapia, in collaborazione con Sara Sayed del Progetto Aisha.

Prima di salutarvi, vogliamo ricordarti che in vista della prossima dichiarazione dei redditi, potrete scegliere di sostenere ASCS destinando il vostro 5×1000. Le attività che vi abbiamo raccontato, sono portate avanti anche grazie a questo piccolo gesto che per noi può fare davvero la differenza.

Continuate a seguirci su ascs.it per restare aggiornati e per scoprire come sostenere le nostre attività. Grazie!

Se anche tu vuoi supportare i nostri progetti al fianco di migranti, rifugiati e comunità locali, sostienici con una donazione.

Il tuo aiuto farà la differenza!

LEGGI GLI ALTRI AGGIORNAMENTI

2024-05-14T13:57:50+01:00
Go to Top