Cosa abbiamo fatto | Ottobre23

Accoglienza Integrale

Ottobre mese di inizi!

Come ogni anno, a ottobre a Casa Scalabrini 634 si festeggia l’inizio delle attività e dei corsi con amici e amiche, volontari e volontarie e gli abitanti di casa. Abbiamo ripresentato Umanità Ininterrotta e condiviso la cena e balli all’insegna dell’entusiasmo e della voglia di ritrovarci ancora una volta vicini. Questa iniziativa è stata realizzata con il contributo economico dell’Assemblea Capitolina del Comune di Roma nell’ambito del Progetto Sementi 2023. Ringraziamo tutti e tutte per aver partecipato e vi aspettiamo alla festa di Natale!

Scuola guida, sartoria, italiano e inglese: questi i corsi proposti a più di 140 persone venute ad iscriversi alle classi in partenza da ottobre a Roma. Anche nella sede di Milano, sono partiti i corsi di inglese, italiano e yoga. Grazie ai volontari e alle volontarie che hanno deciso di dedicare un po’ del loro tempo a mettersi al servizio degli altri, possiamo offrire a migranti e alle comunità delle due città diversi corsi per imparare e stare insieme all’insegna della relazione.

Procedono i lavori della Rete di Accoglienza Integrata, promossa dall’ASCS. L’incontro di ottobre è stato importante per la rete perché qui si è preparato un regolamento che permetterà alla rete di prendere una forma più strutturata. Questa nasce per promuovere lo sviluppo di best practice a beneficio dei destinatari, per favorire l’incontro fra la domanda e l’offerta di servizi forniti dai vari enti al fine di coordinare le pratiche e le azioni messe in campo e, tra le altre cose, di favorire il dialogo fra il terzo settore e le istituzioni promuovendo azioni di advocacy sui temi di interesse della rete.

Il giorno 28 ottobre all’interno del progetto Wasi-Casa si è svolto a Milano il laboratorio di “Scrittura di esperienza” condotto dalla giornalista e saggista Lea Melandri. All’incontro hanno partecipato venti donne tra operatrici del progetto, utenti e volontarie dello stesso. è stato un momento molto forte e partecipato in cui le donne affidandosi a frammenti, pensieri ed emozioni si sono raccontate ed hanno raccontato la loro esperienza.

All’interno del progetto Afya, sportello sanitario, si è svolto l’incontro online “Burocrazia sanitaria” a cui hanno partecipato più di 40 persone. Afya (in swaihili salute) è un progetto che vuole offrire supporto sanitario alle persone migranti che vivono in Italia e fanno fatica ad accedere ai servizi offerti dal territorio e dalle strutture ospedaliere. Il progetto conta con un team di volontari medici o professionisti sanitari che svolgono formazioni di gruppo online, workshop in presenza e consulenze personalizzate. Per vedere i prossimi appuntamenti di Afya, clicca qui.

Animazione Interculturale

Ottobre è stato un mese ricco di incontri e condivisione con gruppi di giovani di tante città italiane.

All’inizio del mese gli attivisti e le attiviste dell’animazione giovanile interculturale si sono incontrati a Milano per cominciare a dare forma concreta alle idee emerse durante il lungo periodo estivo di campi e attività. Seguiteci sui nostri canali per scoprire le novità in arrivo.

Dopo l’incontro del 24 agosto all’Ostello Bello nella città di Como dove abbiamo parlato del confine italo-svizzero, un gruppo di giovani si è attivato per conoscere meglio la mobilità umana e la propria città, luogo di confine. Ci siamo ritrovati quindi a Casa Legami per giocare a The Game e, per alcuni, prepararsi per andare a Trieste, altro luogo di confine, il fine settimana.

A Lugano, abbiamo partecipato alla decima edizione del Filmfestival dei Diritti Umani per assistere alla proiezione del film When the seedlings grow di Rêger Azad. Serata in cui con la Fondazione Diritti Umani ci siamo confrontati per continuare a costruire insieme!

Il 26 ottobre siamo stati invitati e accolti da calorosi sorrisi e curiosità nella parrocchia di San Fruttuoso a Monza. Nel mese missionario di ottobre abbiamo partecipato alle attività della parrocchia concludendo la serata con The Game e profonde riflessione nei tre gruppi.

Nel Chierese, per il secondo anno di fila, si sono tenuti alcuni appuntamenti del Festival dell’Accoglienza, frutto di una bella collaborazione con l’Ufficio Pastorale Migranti di Torino. La rassegna si è aperta a Pino Torinese con la messa in scena dello spettacolo teatrale La Scelta di Marco e Mara, un racconto lucido e travolgente della guerra dell’Ex-Jugoslavia, capace di commuovere e provocare l’ampio pubblico presente in sala. Altri due appuntamenti hanno proposto un affondo sui temi di clima e migrazione, anche cercando le connessioni tra i due. Nello specifico, si è trattato di un incontro con un’attivista iraniana, realizzato in collaborazione con il gruppo Fridays for Future Chieri e di un webinar dal Sudafrica per affrontare il tema della migrazione africana dettata dal cambiamento climatico. In quest’ultima occasione, Andrea Borgo, dottorando dell’Università di Sassari in agrometeorologia e ingegnere ambientale, ha moderato l’intervento di Padre Filippo Ferraro, missionario scalabriniano del centro studi Sihma in Sudafrica. Sono state occasioni di incontro e riflessione, partecipate da un pubblico ampio e interessato.

A Roma, continuano le cene interculturali con gli studenti e le studentesse delle università americane della città. Dopo la presentazione di Casa Scalabrini 634, l’attività The Game e la cena con gli abitanti di casa, abbiamo riflettuto sulle migrazioni nel mondo.

A Roma si sono realizzate le due prime giornate di Scalamusic Academy, gli workshop organizzati da Scalamusic. Per quest’anno accademico, sono previsti 11 appuntamenti full immersion di formazione artistica a 360°: musica, canto, recitazione e danza a servizio dei temi dell’accoglienza, dell’incontro con l’altro e dell’intercultura, riscoprendo la diversità come ricchezza e non come ostacolo e divisione. Per scoprire i prossimi appuntamenti clicca qui.

A Milano sono ripartiti gli incontri mensili con i volontari per l’organizzazione delle serate del progetto Il Mondo in Casa che nel 2024 arriva alla sua 8° edizione. Durante i mesi di maggio e giugno, presso la Chiesa del Carmine, quattro comunità migranti faranno conoscere la loro realtà attraverso eventi culturali, folcloristici e gastronomici. Il progetto ha l’obiettivo di stimolare e far crescere il dialogo e la condivisione tra le comunità migranti e la comunità locale milanese con la convinzione che la conoscenza annulli la paura dell’altro, soprattutto quando è diverso da noi per lingua, cultura o religione. A breve vi sveleremo i paesi che prenderanno parte all’8 edizione.

Cooperazione allo Sviluppo

Intervento al senato “Lampedusa 3 ottobre 2013: 10 anni alla deriva”. Anche ASCS era presente a Roma all’evento per parlare di soccorsi negati, accordi indicibili, disumanità fatta politica. Il racconto di un decennio di fallimenti e propaganda, al Mediterraneo alle rotte di terra. I nostri due operatori hanno portato la loro ricerca a proposito del confine italo-svizzero, Como Chiasso.

Assemblea RiVolti ai Balcani: a 4 anni esatti dalla nascita della rete ci siamo ritrovati a Brescia per fare il punto sulle nostre attività e su quello che succede nei diversi territori alle persone in transito sia in Italia sia nei Paesi lungo la rotta balcanica.

Continuate a seguirci su www.ascs.it per restare aggiornati e per scoprire come sostenere le nostre attività. Grazie!

Se anche tu vuoi supportare i nostri progetti al fianco di migranti, rifugiati e comunità locali, sostienici con una donazione.

Il tuo aiuto farà la differenza!

LEGGI GLI ALTRI AGGIORNAMENTI

Go to Top